Pubblicità su Facebook: perfetta per negozi e professionisti!

Poche piccole aziende locali conoscono le enormi potenzialità della pubblicità su Facebook e quasi nessuno le sfrutta. Eppure, grazie alla pubblicità su Facebook una azienda locale può ottenere una enorme visibilità tra i suoi potenziali clienti. In molti casi, Facebook si presta a sostituire la pubblicità sui piccoli periodici locali e la cartellonistica stradale e consente anche di risparmiare qualcosa…

Ecco cosa intendo per piccola azienda locale

pubblicita su Facebook

foto di Sara Marshall, lic. CC BY 2.0

Beh… per piccola azienda locale intendo un negozio, uno studio professionale, un artigiano, una piccola società, insomma chiunque abbia una attività economica che vende i suoi prodotti o presta i suoi servizi in un preciso territorio.

E quindi tra chi può usare con enormi profitti la pubblicità su Facebook ci sono:

  1. Negozi di qualsiasi genere – negozi di abbigliamento, di casalinghi, tabaccherie, esercizi commerciali, farmacie, ferramenta, etc.
  2. Professionisti iscritti ad albi – studi legali, di commercialisti, ingegneri, architetti, geologi, studi notarili, consulenti del lavoro, studi medici, psicologi, ambulatori veterinari, promotori finanziari, etc.
  3. Artigiani – idraulici, elettricisti, ebanisti e falegnami, imprese di ristrutturazione, etc.
  4. Imprese individuali o societarie – produttori di infissi, concessionarie di automobili, piccole catene locali di supermercati, etc.

Ecco qualche meraviglioso esempio di pubblicità su Facebook

pubblicita su Facebook: Esempio di annuncio

Screenshot di un annuncio pubblicitario di Amazon apparso su Facebook

Ma cos’ha di tanto meraviglioso la pubblicità su Facebook? E’ presto detto: la possibilità di scegliere in maniera accurata le caratteristiche e i gusti delle persone a cui far apparire il nostro messaggio.

Sembra ovvio che la pubblicità su Facebook ci permetta di scegliere l’età, il sesso e il luogo di residenza delle persone a cui mostrare l’annuncio. Un po’ meno scontato il fatto che potremmo decidere di mostrare il nostro annuncio soltanto, ad esempio, alle persone che si trovano in una determinata città in quel momento oppure che, in quel momento, si trovano nel raggio di un chilometro dalla nostra sede.

Ecco un esempio pratico su come utilizzare una funzionalità del genere:

Un bar o un ristorante che offrono servizio pranzo agli impiegati potranno mostrare, tra mezzogiorno e l’una e mezza, un annuncio a tutte le persone che si trovano nel raggio di un chilometro dalla loro sede.

Potremmo anche decidere di mostrare la nostra offerta soltanto alle persone che festeggiano il loro anniversario nei successivi 30 giorni. Ecco come utilizzare questa funzionalità rivolgendosi, magari, ai soli maschietti:

Un ristorante potrà invogliarli a festeggiare l’anniversario nel proprio locale, un negozio che vende articoli da regalo potrà “ricordare” loro (i maschietti, si sa, sono un po’ smemorati…) che presto ci sarà da festeggiare. Stessa cosa potrebbe fare un fioraio.

Ma Facebook fa molto di più:

  • possiamo individuare le persone di una certa fascia d’età appassionate di corsa: una para-farmacia può proporre loro un integratore, un negozio di abbigliamento sportivo i suoi prodotti per il running, un medico un controllo cardiologico a prezzo ridotto.
  • possiamo individuare le persone che sono ritornate da un viaggio da poco, magari giovani e senza figli, che risultano essere viaggiatori frequenti e che vivono in una città collegata alla nostra da un volo low cost bi-settimanale: un bed and breakfast può offrire loro un soggiorno proprio nei giorni che intercorrono tra i due voli
  • possiamo individuare i genitori di bambini di età compresa tra 1 e 2 anni che vivono nella nostra città e in quelle limitrofe: un negozio di abbigliamento per bambini può mostrare loro i capi più carini della nuova collezione per bimbi, un negozio di giocattoli veicolare una promozione sui giocattoli della Chicco, etc.
  • possiamo individuare le persone appassionate di nail art: un negozio di cosmetici può organizzare un evento a tema o promuovere i suoi prodotti, una libreria promuove l’ultimo libro sul tema
  • possiamo individuare le persone che hanno mostrato interesse per le ristrutturazioni edilizie: un idraulico o un elettricista potrebbero promuoversi proprio quando queste persone stanno cercando qualcuno con la lor professionalità

Insomma, potrei fare un milione di esempi di pubblicità su Facebook, dalla più ragionata alla più strampalata, ma di certo in queste poche righe ne avete compreso la potenzialità!

Ecco quanto costa la pubblicità su Facebook

pubblicita su Facebook - simulazioni ed esempi

Screenshot da Facebook

Il bello della pubblicità su Facebook è che il costo lo sceglie l’inserzionista. Ovviamente è necessario ottimizzare l’investimento sulla base del numero delle persone che vogliamo raggiungere e di quante volte vogliamo far vedere il messaggio a ognuna, ma si parte da un budget minimo di un euro al giorno da corrispondere a Facebook in automatico con carta di credito o addebito pre-autorizzato sul conto corrente bancario.

Nei settori a concorrenza media (diciamo che il settore più caro è quello turistico, per gli altri più o meno ci siamo), mostrare il nostro messaggio mille volte può costare una ventina di centesimi, forse trenta, raramente quaranta. Ovviamente dipende dal pubblico che abbiamo scelto, da quanto siamo stati selettivi e da quante aziende cercano di mostrare la loro pubblicità a quelle persone. Più circoscriviamo il numero di persone a cui decidiamo di mostrare il messaggio, più il costo salirà anche a 3 o 4 euro ogni 1000 visualizzazioni.

Per chiarirti le idee riprendo alcuni esempi precedenti e ti mostro qualche simulazione. Ad oggi:

  • Un annuncio di un integratore da mostrare ai soli appassionati di corsa residenti a Monopoli (Bari), impostando un budget di 1 euro al giorno per 30 giorni sarà visto circa 20 mila volte (dai soli appassionati di corsa!)
  • Un annuncio di vestitini per bambini da mostrare ai soli genitori di bambini di età compresa tra 1 e 2 anni residenti in un raggio di 30 km da Monopoli (Bari), impostando un budget di 1 euro al giorno per 30 giorni sarà visto circa 3 mila volte (dai soli genitori di bimbi di età compresa tra 1 e 2 anni!)
  • Un annuncio che promuove un evento sulla Nail art mostrato a donne residenti in un raggio di 20 km da Monopoli (Bari), impostando il solito budget di 1 euro al giorno per 30 giorni sarà visto circa 13 mila volte (dalle sole donne appasisonate di Nail art!)

A questi costi deve aggiungersi il costo del consulente di social media marketing che si occuperà di progettare, creare, implementare e gestire la campagna. Questo costo alla fine risulterà quello più significativo e si compone, normalmente, di un costo fisso e di una percentuale calcolata sul costo totale da corrispondere a Facebook.

A chi rivolgersi se vuoi fare pubblicità su Facebook

Se vuoi fare pubblicità su Facebook devi rivolgerti a un esperto di web marketing e, in particolare, di social network (si chiama social media specialist), ti raccomando che abbia esperienza di campagne pubblicitarie su Facebook perché non sono affatto semplici da impostare e gestire.

Puoi anche rivolgerti a me: in passato ho gestito campagne pubblicitarie su Facebook per aziende in gran parte della Puglia dal Patria Palace Hotel di Lecce, al Villaggio dei Turchesi di Castellaneta Marina (Taranto), fino a Social Mamma, il blog delle mamme online, alla farmacia Ragone di Bari e tanti altri.

Se sei a Monopoli, Conversano, Castellana Grotte, Polignano a Mare, Fasano, Putignano o comunque nelle province di Bari, Brindisi e Taranto, contattami al numero 328/74.76.841 (anche con un semplice Whatsapp) e ne parliamo di persona!